Share |

I fantastici bebè, Le diverse personalità dei neonatiipanat_kansi.jpg / Ihanat ipanat

 Niina Komsi, Raisa  Cacciatore, Lea Hyvärinen, Osmo Penna

Traduzione Giuseppina Mäkelä

IMPARA A CONOSCERMI!

Tutti i bambini sono già dalla nascita diversi. Quando il bambino si rende conto di

essere fonte di gioia per gli altri, si costruisce una buona immagine del mondo e di se stesso. Tu puoi prendere parte a questa costruzione. Un neonato è l’inizio di un’eccitante esplorazione. Imparando a conoscere ciò che è tipico, piacevole o spiacevole per il bambino, puoi riuscire a trovare la via migliore per una buona collaborazione tra te e il neonato. Il piccolo ti viene sempre incontro, non finge mai: è sempre se stesso. 

ABITUDINARIO

Il bambino abitudinario si ricorda del cibo e si addormenta sempre agli stessi orari. Si trova bene a fare le cose secondo un ritmo regolare.

VOLUBILE

Il bambino volubile vive la sua vita senza dar peso agli orari: oggi così, domani colà! La fame e il sonno arrivano quando arrivano…

CONCENTRATO

Il bambino si concentra di preferenza su una cosa alla volta e ci mette tutto se stesso.

VIVACE

Il bambino vivace s’interessa immediatamente di tutto ciò che vede e sente. È attratto da tutto ciò che lo circonda e niente gli sfugge. In un batter d’occhio il suo interesse va da una cosa all’altra.

SOCIEVOLE

Il bambino coraggioso e socievole gioisce delle cose nuove, dei cambiamenti e del baccano. Non si ritrae e impaurisce, ma è subito pronto a partecipare e fare conoscenza.

OSSERVATORE

Il bambino pacifico e calmo studia le cose e riflette ad una certa distanza. Si compiace delle cose familiari e si abitua alle cose nuove un po’ alla volta.

DI LUNGA MEMORIA

Il bambino che ha una memoria lunga si rammenta a lungo delle sue gioie e tristezze. Gli ci vuole tempo per passare da un sentimento all’altro.

VIVE ALL’ISTANTE

Il bambino che vive all’istante, passa da un umore all’altro velocemente. Il passato è passato ed una nuova situazione lo trascina subito con sé.

ESUBERANTE

Il bambino esuberante esplode di gioia e s’infuria dalla rabbia. Il bambino vivace fa mostra dei suoi sentimenti a grande voce e con forza.

SILENZIOSO

Il bambino silenzioso dimostra i suoi sentimenti in una maniera discreta e con piccoli gesti. Sorride graziosamente. Non si dilaga mai in grandi gesti.

 

ii_aukeama.jpg

CAUTO

Il bambino cauto ha bisogno di un senso di sicurezza e certezza, deve sentire che tutto va bene. Può elargire un meraviglioso sorriso alle persone conosciute quando si trova in un ambiente familiare.

NON SI CREA PROBLEMI

Il bambino che non si fa crea problemi sorride spesso. Non se la prende tanto e non si preoccupa.


 

Tutti i neonati hanno sentimenti distinti e si comportano alla propria maniera. Tale maniera si sentire e agire si definisce temperamento. Un neonato dimostra le sue gioie e i suoi dispiaceri a voce alta mentre un altro lo fa con quiete allusioni. Alcuni amano i cambiamenti e le sorprese mentre altri si sentono a loro agio in un ambiente familiare e con persone conosciute. Un neonato non è più felice dell’altro: sono solamente diversi e hanno una maniera propria per esprimere i loro sentimenti.

Il temperamento è un insieme di diverse qualità. In tutte le qualità ci sono lati positivi e lati negativi con i quali s’impara a convivere. Il neonato non può scegliere il suo temperamento. Non esiste un temperamento buono e uno cattivo! Tutti i neonati hanno bisogno dell’aiuto degli adulti per far fronte ai loro forti sentimenti.

Questo libro si basa sia sulle esperienze e conoscenze che gli autori hanno acquisito dagli enti Väeostoliitto Mihen Aika e Perheverkko, sia sugli studi fatti sul primo anno di vita del neonato e sia sull’esperienza personale che gli autori hanno grazie alla propria maternità. L’idea di questo libro “I fantastici bebè” è di Raisa Cacciatore, specialista nella clinica Seksuaaliterveysklinikka. Le illustrazioni del libro sono del AD- progettista grafico Osmo Penna. Il testo è della psicologa Niina Komsi che è esperta di psicologia dello sviluppo e temperamento del neonato. Il docente MKD Lea Hyvärinen ha partecipato in fatto di questioni riguardanti lo sviluppo e la vista dei neonati. Il libro è stato tradotto in svedese dall’ostetrica e terapeuta Susanne Ingman-Friberg.

Tutustu Lea Hyvärisen nettisivustoon Lea-test

Osta kirja.

Katso vauvakirjaston WSOY:n sivut.


I bambini sono diversi fin dalla nascita: il loro temperamento si differenzia già al momento che vengono al mondo. Un neonato ride a voce alta e gesticola dalla gioia mentre un altro sorride graziosamente e silenziosamente. Tuttavia ambedue stanno bene e sono felici! Un piccolo urla a squarcia gola e l’altro si fa a mala pena sentire, ciò non significa che il bambino che grida stia molto peggio dell’altro. I neonati hanno semplicemente un modo tutto loro personale per esprimere i loro sentimenti e le loro emozioni. Un bambino ha fame sempre allo stesso tempo e quando mangia non fa altro che concentrarsi sul mangiare. A un altro bambino la fame viene quando viene e, tra una cucchiaiata e l’altra, c’è sempre bisogno di un giocattolo, di un libro, cioè di  intrattenerlo in qualche maniera. Ambedue i sistemi sono buoni e sono una dimostrazione di come il bambino ha una maniera tutta sua particolare di percepire le cose.

Il temperamento si trasforma e si esprime in molteplici maniere durante la crescita del bambino. Se il bambino si accorge già dall’inizio di andare bene così com’è, questo fatto lo aiuterà a svilupparsi in una maniera positiva.

Dal momento che i neonati sono diversi, le maniere di prendersi cura di loro, o di educarli non necessariamente influenzano i bambini alla stessa maniera. Queste cose non si possono sapere prima di aver imparato a conoscere il bambino. Prova coraggiosamente! Il neonato può far fronte anche agli sbagli innocenti dei suoi genitori. Quando avrai imparato cosa è facile o difficile per il piccolo, sarà più facile anche per il bambino imparare nuove cose.

Non è sempre così facile. Il neonato non è in grado di adattare il suo comportamento a quello che forse si aspettavano i suoi genitori, oppure a quello degli altri fratelli o a quello dei neonati dei vicini. A volte è complicato capire il comportamento di un neonato proprio perché il suo temperamento è completamente diverso dagli altri membri della famiglia. Il nuovo arrivato può gioire o intimidirsi in occasioni alle quali gli altri familiari sono abituati.

Più il bambino è piccolo, più è impossibile per lui far fronte alle proprie sensazioni. A volte le sensazioni del bambino sono così forti che è difficile sia per loro stessi che per gli adulti sopportarle e regolarle. Il bambino non lo fa a posta ad essere difficile, ma ha bisogno dell’adulto per far fronte a questi forti sentimenti. Anche se fosse molto difficile calmare il piccolo, la presenza dei genitori gli dà, comunque, un senso di conforto e certezza che il mondo non va a rotoli a causa della sua ardente forza espressiva.

È completamente normale che qualche aspetto del neonato può apportare ai genitori molte complessità, quindi aiuti e consigli esterni sono necessari. Conviene sempre chiedere consigli! Anche se all’inizio tanto è andato storto, le cose si possono correggere più tardi!